domenica 10 settembre 2017

Quanti modi di fare e rifare il Pollo in fricassea

Ben ritrovati a tutti! Trascorso bene l'estate? Da queste parti è stata piovosa e fredda, praticamente una primavera continuata!
Però avendo sentito delle alte temperature che ci sono state in Italia e in tante parti del mondo, sono contenta di aver scelto di andare in ferie a settembre e di essere rimasta in Norvegia in agosto! Il caldo afoso non lo sopporto più..

Oggi riprende il nostro mensile appuntamento con la Cuochina, Anna e Ornella per Quanti modi di fare e rifare


con un piatto della tradizione toscana: Pollo in fricassea! Ce lo propone la nostra Cuochina che da un po' di tempo si diletta a preparare, con le sue mani esperte, stuzzicanti e appetitose ricette regionali, per lo più, tratte sul libro “ le Ricette Regionali Italiane” edito da Solares. Grazie Cuochina!

Ingredienti per 2 persone
  • 500 g di pollo (io petto di pollo)
  • erbe aromatiche qb
  • 1/2 cipolla
  • 20 g di burro
  • 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere di brodo di dado (io vegetale)
  • 1 cucchiaio di farina
  • sale e pepe
  • 1 tuorlo
  • 1/2 limone
Togliere il grasso in eccesso del pollo, lavarlo e tagliarlo a pezzi regolari. 


Lavare e legare insieme le erbe aromatiche, tagliare a fette la cipolla.

In una padella fa sciogliere il burro e l'olio, unire la farina e mescolare con un cucchiaio di legno per non far formare grumi, quando prenderà il colore ambrato, unire man mano nella padella 1/2 bicchiere di brodo tiepido e mescolare. 

Appena inizia a sobbollire, aggiungere le erbe aromatiche e la cipolla e farle ammorbidire, unire i pezzi di pollo, sale e pepe e cuocere col coperchio. Far cuocere per 20 minuti circa, capovolgendo di tanto in tanto i pezzi di pollo nella padella, se il sughetto si asciuga, versare ancora un poco di brodo.
Con una forchetta mescolare il tuorlo con il succo di mezzo limone, togliere la padella dal fuoco ed irrorare il pollo con la salsina d'uovo, mescolare bene senza far rapprendere l'uovo, si deve solo creare una densa salsina. Travasare nel piatto da portata e mangiare caldo. 
Che dire? Buonissimo!! E dove saremo il giorno 8 di ottobre? A spasso per Siena a gustarci il Budinone senese. Vi aspettiamo in tanti!


QUI 
ULTIMI INSERITI!! per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2016
per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2015
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2014
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013
la prima e seconda parte del pdf anno 2012
ed il pdf intero delle ricette anno 2011

4 commenti:

  1. Carissima,
    piatto squisito e che perfezione i tuoi bocconcini!
    Un abbraccio, buona domenica e alla prossima!

    RispondiElimina
  2. Ottima versione anche la tua cara Ornella, come ti capisco anch'io non sopporto più il caldo afoso, ma non potendo fare altrimenti l'ho subito tutto ed è stato insopportabile. Ci risentiamo al prossimo appuntamento.

    RispondiElimina
  3. Socia carissima, questa volta non c'è bisogno di salutarci via etere visto che siamo molto vicine.
    Baci ed abbracci

    RispondiElimina
  4. ciao Ornella,
    le tue mani gentili si vedono anche nel taglio a "pezzi regolari" di un petto di pollo!!!
    E quei rametti di rosmarino sono per noi un invito all'assaggio....ci possiamo fermare?..
    forse no sappiamo che sei in Giappone...che meraviglia!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina

Mi piace pensare a questo “giardino” come ad un luogo sereno e spensierato dove pace e armonia regnano sopra ogni cosa...♥
Il vostro pensiero è ben accetto purché non sia offensivo per nessuno.
Tutti i commenti ANONIMI non saranno presi in considerazione.

All ANONYMOUS comments will not be considered.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails